Ushabti Chiara Scarpitti

Ushabti, paradise brooches materials: oxidate silver, pure silk organza, steel, plexiglass, passementerie tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015
Ushabti, paradise brooches materials: oxidate silver, pure silk organza, steel, plexiglass, passementerie tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015

 


 

“La funzione estetica è molto di più che un semplice ornamento alla superficie delle cose e del mondo, come a volte si pensa. Agisce profondamente sulla vita della società e dell’individuo, concorre alla guida del rapporto – sia passivo che attivo – dell’individuo e della società con la realtà che li circonda”

 

Jan Mukařovsky (tratto da Chiara Scarpitti blog)


 

Ushabti, ornamental pendant materials: silver gold plated, plexiglass, steel, passementerie tecniques: chemical cut, laser cut year: 2015
Ushabti, ornamental pendant materials: silver gold plated, plexiglass, steel, passementerie
tecniques: chemical cut, laser cut year: 2015

CONCEPT. Ushabti ss2016

Qual’è il limite tra la vita terrena e quella ultraterrena e come il gioiello può superare questo limite e accompagnare il nostro copro verso una diversa dimensione mistica? Similmente agli antichi processi di mummificazione egizi, il nostro corpo ancora ora prova a preservarsi nel tempo, sfidando la morte. La collezione Ushabti è il tentativo di adornare (e bendare) il corpo con immagini simboliche, insetti, api, scarabei e pietre preziose grezze, frapposte all’interno di componenti tessili, come antiche passamanerie e frange. I gioielli vengono indossati come degli ornamenti sacri che circuiscono il corpo, lo avvolgono, attraverso una vestizione particolare che ne enfatizza la gestualità dell’indossare.

Ushabti, bee bodyjewel materials: oxidate silver, pure silk organza, plexiglass, passementerie tecniques: digital prints, laser cut year: 2015
Ushabti, bee bodyjewel materials: oxidate silver, pure silk organza, plexiglass, passementerie
tecniques: digital prints, laser cut year: 2015

Il vocabolo Ushabti in antico egiziano significava “quelli che rispondono” ed erano delle piccole statue che costituivano un elemento integrante ed indispensabile del corredo funebre. Gli Ushabti anticamente erano degli oggetti magici che accompagnavano il defunto nel suo viaggio nell’aldilà e vegliano su di lui, proteggendolo.

Ushabti, paradise bodyjewel materials: oxidate silver, pure silk organza, steel, plexiglass, passementerie tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015
Ushabti, paradise bodyjewel materials: oxidate silver, pure silk organza, steel, plexiglass, passementerie tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015

Il gioiello è inteso qui come dispositivo esistenziale e la sua capacità quindi di interloquire con l’altro, rispondendo o ponendo delle domande, è messa in primo piano. 
I riferimenti antropologici della collezione sono legati dunque all’antica ritualità egiziana di bendare i morti e inserire tra le bende amuleti come scarabei, pietre preziose, api, e uccelli. Nell’antico Egitto lo scarabeo era simbolo della resurrezione. Dal volo degli uccelli si presagiva invece il futuro. Le api infine sono simbolo di fertilità e fortuna.

Ushabti, eyes necklace materials: silver, pure silk organza, steel, chemical cut tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015
Ushabti, eyes necklace materials: silver, pure silk organza, steel, chemical cut
tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015

Dischi solari, gioielli che circondano il corpo, colletti, frange, elementi fluidi, si anima- no col movimento del corpo. Argento ossidato, oro, plexiglass, seta, passamanerie, tecniche digitali e manifatture tessili si uniscono per creare degli ornamenti ibridi, al confine tra gioiello e bodyjewel.

Ushabti, bees earrings materials: silver gold plated, pure silk organza, steel, passementerie tecniques: digital prints, chemical cut year: 2015
Ushabti, bees earrings materials: silver gold plated, pure silk organza, steel, passementerie
tecniques: digital prints, chemical cut year: 2015

Le immagini cucite nel plexiglass sono realizzate in stampa digitale e provengono da una lunga ricerca d’immagini d’archivi antichi risalenti al 1700. Tutti gli elementi sono progettati secondo processi produttivi differenti e poi sono ricomposti e riassemblati a mano.

Ushabti, insects brooches materials: oxidate silver, pure silk organza, steel, plexiglass tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015
Ushabti, insects brooches materials: oxidate silver, pure silk organza, steel, plexiglass
tecniques: digital prints, chemical cut, laser cut year: 2015

http://www.chiarascarpitti.com/

 

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.