KARTELL KIDS

KARTELL KIDS
KARTELL KIDS

Kartell presenta la nuova linea Kids in questa ultima edizione del Salone…un mondo di arredo dedicato ai più piccoli!

La prima sedia Kartell per bambini risale al 1964, la 4999 di Marco Zanuso e Richard Sapper. La prima seduta al mondo realizzata interamente in plastica. 50ANNI dopo prende forma la linea Kartell Kids con nuovi prodotti che oggi vengono presentati al Salone 2016.

KARTELL KIDS
KARTELL KIDS

Obiettivo è dare un’identità precisa al segmento kids, dai 3 agli 8 anni, utilizzando elementi del catalogo Kartell rivisitati e adattati alle esigenze di progettazione di ambienti per bambini e ragazzi e progettando nuovi prodotti pensati specificatamente per questo “target di pubblico”. La linea si declina in tre filoni. Arredi che hanno funzione di seduta o di piano di appoggio ma che al tempo stesso diventano veri e propri “giochi” come l’altalena Airway di Philippe Starck in policarbonato trasparente, l’automobile Discovolante e il trattore Testacalda di Piero Lissoni (in metacrilato con struttura in metallo), il cavallino a dondolo H-horse di Nendo (la foto sopra in metracrilato trasparente) e la serie di sgabelli Smile.

KARTELL KIDS
KARTELL KIDS

Ferruccio Laviani firma un tavolino chiamato ClipClap, un tavolino/scrittoio realizzato con blocchetti in plastica trasparente colorata, che permettono di regolarne l’altezza. Inoltre è declinato in due opzioni di piano, una trasparente e una finitura lavagna. All’interno della linea Kartell Kids si inserisce il progetto di personalizzazione del prodotto Lou Lou Ghost per cui il cliente potrà ordinare la sedia firmata da Philppe Starck con il nome del bambino, un disegno o una dedica speciale. Completano infine la linea una serie di “mood kids” cui si ispirano i prodotti Kartell già a catalogo, declinati in colori fluo e pastello.

KARTELL KIDS
KARTELL KIDS

 

www.kartell.com/it/

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.